Con il patrocinio di

 

Sostenitori

Sponsor tecnici

CHI SIAMO IL PROGETTO SOSTIENICI CONTATTACI MISSIONE SORRISO ALISEI 2.0 la traversata straordinaria
di un volontario ordinario

Obiettivo: 30.000 euro

A sostegno dei progetti associativi

Aiutaci a navigare per un miglio o più
donando 10€ per ogni miglio nautico percorso

Chi siamo

Clown 2.0 è un’organizzazione di Volontariato che attraverso i Volontari Clown di Corsia ed il naso rosso porta il sorriso nelle corsie degli ospedali pediatrici e si prende cura di bambini orfani o che vivono situazioni di disagio in Italia o nel Mondo.

Bologna, Bosnia, Albania, Romania ed Ucraina sono solo alcune delle zone in cui attualmente l’associazione opera supportando i bisogni dei bambini incontrati.

Il naso rosso e il sorriso sono per i Volontari Clown 2.0 il punto di partenza da cui stabilire una relazione reale con i beneficiari per abbracciarli nella loro interezza e supportarli anche in cure mediche, alimentazione ed istruzione.

Chi è Gianni

Gianni Bitonti è Presidente e Fondatore di Clown 2.0 ed ideatore della Clownsofia che promuove un approccio integrato tra Bambini ospedalizzati, familiari, Equipe Sanitaria e Volontari Clown di Corsia. È laureato in Scienze Tecniche Psicologiche con tesi sul “Volontariato Pediatrico in contesti ospedalieri di disagio e di guerra”.

Gianni arriva a Bologna dalla Calabria nel 2000 per studiare Medicina e Chirurgia, che abbandonerà 5 anni dopo. Durante i suoi Tirocini scopre però il Volontariato in ambito Pediatrico iniziando immediatamente ad essere un protagonista attivo all’interno della Pediatria dell’Ospedale Gozzadini di Bologna. Nel 2004 trascorre 3 mesi in un Orfanotrofio in Mozambico dove scopre la potenza del Naso Rosso e del Sorriso. Nel 2005, di ritorno da una Missione Sorriso in Albania, fonda al S. Orsola il primo gruppo Clown di Corsia tutt’oggi attivo. Da allora, insieme ai Volontari Clown di Corsia, sviluppa e sostiene progetti benefici attraverso le Missioni del Sorriso in Abruzzo, Emilia, Albania, Bosnia, Romania, Bulgaria ed Ucraina, oltre alla Pediatria dell’Istituto Ortopedico Rizzoli.
Oggi oltre al suo impegno gratuito in Clown 2.0 è Direttore della Fondazione “Le Chiavi di Casa”, fondatore dell’agenzia di comunicazione Welcom e consulente per diverse Aziende italiane ed Enti del Terzo Settore, Presidente del CCM dell’Istituto Ortopedico Rizzoli, membro del CDA della Fondazione Rizzoli, Consigliere del Centro Servizi per il Volontariato di Bologna-VOLABO. E’ consulente per il sociale di alcuni Comuni della Città Metropolitana di Bologna e docente in progettazione sociale per EA Formazione.

Attualmente sta prendendo la patente nautica oltre le 12 miglia e sta progettando la Missione Sorriso Alisei 2.0.
“Un Sorriso non guarisce, ma aiuta a stare meglio”
Gianni B.

Come nasce

Il Progetto

Ogni volta che una persona “ordinaria” dedica del tempo agli altri in modo disinteressato diventa una persona “straordinaria”. Questo è quello che succede ogni giovedì dell’anno ai volontari clown di corsia che dopo una giornata di lavoro o studio, attraversano la città per raggiungere i reparti pediatrici dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna. La straordinarietà delle persone emerge anche tutte le volte che i volontari incontrano bambini in difficoltà in giro per il mondo. Da queste considerazioni e dal desiderio di raccontare il volontariato i modo diverso, nasce il progetto Alisei 2.0 "La sfida Atlantica” ovvero “l’impresa straordinaria di una persona ordinaria”.

La traversata, che verrà fisicamente compiuta da Gianni Bitonti, presidente dell’Associazione Clown 2.0 e co-fondatore della Clownsofia, nasce con l’obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica per dimostrare che ogni volontario, con il suo impegno quotidiano, è in grado di compiere imprese straordinarie perché il volontariato è un potentissimo strumento di trasformazione personale e collettiva, capace di rendere straordinarie persone ordinarie.

Perchè questo

Progetto

L’idea dell’Impresa straordinaria realizzata da una persona ordinaria, nasce dal bisogno di compiere qualcosa per tutti i bimbi incontrati che non potranno mai compiere quest’avventura, per sensibilizzare le persone alla Mission di Clown 2.0 e perché il Volontariato è capace di questo...renderci straordinari pur rimanendo persone ordinarie.

Il Progetto

Il progetto avrà una durata triennale e si realizzerà in tre fasi sequenziali che vedono il completamento della fase precedente per avviare la fase successiva. La preparazione e realizzazione della traversata sta impegnando ed impegnerà tutto il 2024. L’anno successivo, ovvero il 2025, sarà interamente dedicato alla divulgazione dell’impresa ed alla sensibilizzazione sui temi già menzionati. Il terzo anno, ovvero il 2026, sarà caratterizzato dall’organizzazione e dalla realizzazione di un convegno nazionale avente come tema il volontariato e più specificatamente il volontariato pediatrico. All’interno del convegno troverà posto anche la formazione specifica per diventare clown di corsia.

  • 2024Fase 1

    Conferenza stampa; Trasferimento a Las Palmas, partenza, compimento della traversata e rientro in Italia.
  • 2025Fase 2

    Inizia il racconto della traversata. Attraverso incontri nelle scuole, nelle università, con gruppi di giovani e adulti del territorio ci impegneremo a trasmettere e a condividere la magia che nasce dal volontariato, per invogliare e supportare ogni persona a mettersi in gioco per gli altri in un’ottica di welfare comunitario generativo.
  • 2026Fase 3

    In occasione dei 10 anni dalla nascita dell’Associazione, organizzazione di un convegno metropolitano. L’obiettivo sarà quello di dare voce al mondo del volontariato pediatrico ed alla Clownsofia che, attraverso il naso rosso, rende protagonisti i volontari e le volontarie che operano in ambito pediatrico a sostegno di bambini ospedalizzati e in situazioni di disagio, e che ogni giorno trasformano attività ordinarie in azioni straordinarie.

Il Progetto

La Traversata

Gli Alisei sono venti caldi che soffiano naturalmente dall’Europa verso le Americhe e che tra ottobre e dicembre sono maggiormente stabili

Sfruttando questi venti, Gianni attraverserà in barca a vela l’Oceano Atlantico partendo dalle Canarie fino ad arrivare ai Caraibi percorrendo quasi 3000 Miglia Nautiche

Il Team di Viaggio sarà composto da una catamarano a vela di Categoria A e un equipaggio con Skipper, mentre l’Associazione coordinerà il Progetto e la Comunicazione

Distanza

L’Oceano Atlantico sarà navigato con il solo ausilio delle vele per una distanza di 3.000 Miglia Nautiche ovvero 5.556 Km, quasi 5 volte l’Italia

Percorso

La partenza avverrà dalle Canarie in direzione Caraibi senza scali e tappe intermedie. Dei buoni rifornimenti faranno la differenza!

Periodo

La traversata avverrà attraverso la partecipazione all’ARC - Atlantic Race Cruiser, la cui partenza è prevista per il 24 novembre e durerà 22 giorni circa... Alisei permettendo.

La Competizione

ARC sta per Atlantic Rally for Cruisers. Questo raduno per i velisti da crociera e da regata si svolge annualmente dal 1986 ed è organizzato dal World Cruising Club in Inghilterra. Il percorso si estende per quasi 3.000 miglia nautiche attraverso l'Atlantico, da Gran Canaria a Santa Lucia.

Dona ora

Scegli il metodo che preferisci, puoi acquistare uno o più miglia,
fare donazioni libere con un bonifico, con PayPal o con Satispay.

Con il patrocinio di

 

Sostenitori

Sponsor tecnici

Contatti